[ Questo video è sottotitolato per i non udenti ]

Acqua potabile. Bene comune.

L’acqua è un bene prezioso. A volte non pensiamo che dietro un gesto semplice come aprire un rubinetto c’è tutto un mondo più complesso, fatto di controlli, di sicurezza, di qualità, di cura.

Nel 2013 fra SMAT e Città di Torino è stata sottoscritta una convenzione per l’uso consapevole di questa risorsa, fondamentale per la nostra società.

Siamo partiti con la sensibilizzazione di prossimità nei quartieri, con l’aiuto dei media e con una campagna. L’accordo è stato poi perfezionato nel 2014 prevedendo l’installazione di un punto acqua per ogni circoscrizione di Torino.

Più qualità nell'acqua, meno anidride carbonica nell'aria.

Ad oggi i punti acqua SMAT installati sono 12, uno per ogni Circoscrizione, più uno presso il Politecnico di Torino e un altro presso il Museo “A come Ambiente”.

Un Punto Acqua a regime distribuisce mediamente 4.000 litri al giorno e permette un risparmio di circa 1 milione di bottiglie di plastica all’anno.

Questo significa che, grazie alla mancata produzione della plastica, noi immettiamo 700 tonnellate di CO2 in meno ogni anno nell’aria.

La mission: distribuire gratuitamente l'acqua naturale ai cittadini.

Il punto SMAT eroga ogni giorno acqua naturale refrigerata gratuita e acqua gassata refrigerata a 5 centesimi per ogni litro e mezzo.

La qualità SMAT è certificata da precisi controlli. La società investe continuamente per il miglioramento del sistema di raccolta e di depurazione delle acque: dal 2011 al 2015 sono stati destinati ben 400 milioni di euro e dal 2016 al 2021 sono previsti altri 600 milioni di euro.

Perché investire nella nostra acqua vuol dire risparmiare denaro, plastica e CO2.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento. Cliccando su "Accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più